Perché affidarsi ad un intervento chirurgico di addominoplastica

Per migliorare l’aspetto della propria pancia, l’intervento chirurgico di addominoplastica risulta essere una più eccellente soluzione. Se, per esempio, la pancia dovesse risultare avere un eccesso di pelle a seguito di una perdita di peso significativa, oppure a seguito di diverse gravidanze, oppure in caso di lesioni significative, con l’intervento di addominoplastica sarà fattibile migliorare l’aspetto della pancia eliminando un accumulo di pelle nella zona addominale e, anche smagliature.

In alcuni casi, molti soggetti possono ricorrere alla liposuzione, pur tuttavia, quando la correzione è particolarmente importante, è necessario ricorrere alla addominoplastica. D’altra parte, l’obiettivo di questo intervento di chirurgia estetica, è propriamente dato dal rimuovere la pelle più danneggiata e restituire un aspetto più levigato al ventre tanto di una donna quanto di un uomo.

In linea generale, l’addominoplastica è considerata come un intervento di routine ma, che, comunque, richiede che venga ad essere eseguito in anestesia generale e, quindi, necessitano alcuni giorni di ricovero. In generale, vi sono delle diverse modalità per le quali si interviene con una addominoplastica, modalità, quindi, che verranno ad essere scelte dal chirurgo sulla base dell’inestetismo presente sul soggetto. In ogni caso e, perciò, a prescindere a quale modalità di addominoplastica potrà essere sottoposto un paziente, il risultato estetico è assicurato.

A tal proposito, si rammenta che viene ad essere fortemente suggerito per la fase post addominoplastica, di seguire una alimentazione sana e praticare una attività fisica moderata, così come di andare ad indossare per due, quattro settimane, una guaina di supporto.

L’addominoplastica, perciò, gode di molta fama tra gli uomini e le donne, proprio per il fatto che, tramite questo intervento di chirurgia estetica, potranno riottenere un bel ventre piatto. Migliorando la propria visione di se stessi, di conseguenza, si potrà andare anche a migliorare quelli che cono i contatti con le altre persone. In altre parole, non solo si avrà un vantaggio estetico ma, anche, morale e psicologico.

Infatti, andando a concludere, il fatto che con l’addominoplastica si migliori la propria figura e la propria autostima, permette di godere quotidianamente di una migliore vita sociale.

Cosa vedere a Lubiana con i bambini

Pur essendo non molto grande, la capitale della Slovenia offre molte idee su come trascorrere il tempo libero con la propria famiglia. Vediamo, quindi, seppure sinteticamente, cosa vedere a Lubiana con i bambini.

Per esempio, il Museo etnografico sloveno, è un perfetto luogo per andarci con i bambini. Qui, infatti, è esposto un vasto patrimonio, un vero e proprio tesoro, riguardante la vita quotidiana. Il Museo etnografico sloveno, inoltre, organizza visite guidate e laboratori adattati per bambini in età prescolare e scolare. Con oggetti selezionati nella mostra e con la tradizione narrativa slovena, quindi, ai bambini vengono ad essere spiegati i vari oggetti un tempo utilizzati.

Altra cosa da vedere a Lubiana con i bambini è il Museo di Scienze naturali. Oltre che essere esposto lo scheletro di un mammut quasi completo, i bambini verranno ad essere coinvolti in un affascinante viaggio nel tempo. Il Museo Nazionale non è solamente un luogo riservato esclusivamente a chi è appassionato di archeologia e di storia. Difatti, anche le famiglie con bambini in visita a Lubiana, potranno trascorrere del tempo in piena armonia, proprio grazie ai numerosi reperti e all’infinità di preziose testimonianze del passato che potranno andare affascinare grandi e piccini. 

Nel cosa vedere a Lubiana con i bambini, poi, non può di certo mancare la visita alla Galleria Nazionale, al Museo d’arte moderna e al Museo di architettura e design, tutti musei che propongono interessanti eventi e percorsi didattici, studiati appositamente per far divertire anche i piccoli visitatori. Indubbiamente, Lubiana è una tra le città più favolose di tutta Europa, una meta perfetta per una vacanza con bambini. Difatti, anche uno dei maggiori simboli della città, ovvero il Castello di Lubiana, è una bellezza che può essere ammirata a Lubiana con i bambini. Come pure, è imperdibile una gita con la famiglia sul placido fiume Ljubljanica.

Andando a concludere, nel cosa vedere a Lubiana con i bambini non può, di certo, mancare il Parco Tivoli e la visita all’Orto botanico di Lubiana, come pure al BTC City, il quale, oltre che essere il più grande centro commerciale di Lubiana, è una vera e propria Minicity riserva per i bambini.

L’aronia melanocarpa, un potente toccasana per il nostro benessere

I benefici che si possono ottenere dalla aronia melanocarpa sono davvero molteplici. Non per nulla, sotto forma di succo, le bacche di aronia melanocarpa garantiscono un corretto supporto per la nostra salute. Tra gli aspetti positivi insiti nell’aronia melanocarpa, vi è che ha un potente effetto antiossidante.

Infatti, a confronto di altri succhi di frutta, quello realizzato andando ad utilizzare le bacche di aronia melanocarpa, offre una percentuale molto alta di antiossidanti. Gli antociani presenti nelle le bacche di aronia melanocarpa, pertanto, sono i flavonoidi che hanno la più forte capacità antiossidante.

Questa alta presenza è molto importante. Di fatti, come è risaputo, gli antiossidanti neutralizzano i radicali liberi, la cui produzione, invece, va a danneggiare le cellule, oltre che le molecole del DNA e, potenzialmente, possono, anche, provocare il cancro. Ma non solo. Difatti, gli antiossidanti ci vanno a proteggere dalle malattie cardiovascolari e sono utili, inoltre, per combattere i danni alla pelle causati dal sole. 

È, poi da ricordare che l’aronia melanocarpa, viene ad essere considerata come un potente toccasana per il nostro benessere, anche in virtù del suo un effetto ipoglicemico, aspetto molto utile per chi soffre di diabete. Infatti, la sua azione tende a normalizzare la presenza di zuccheri nel sangue. Per questa ragione, quindi, è assimilabile dai diabetici e dalle persone che seguono una dieta povera di carboidrati. 

Pertanto, grazie alla sua azione antiossidante, l’aronia melanocarpa consente di poter contrastare, in modo efficace, le complicanze del diabete dovute all’alterazione dei vasi sanguigni.

Vari studi, inoltre, hanno evidenziato come il succo delle bacche di aronia melanocarpa offra importanti proprietà positive sulla pressione sanguigna, oltre che fungere da stimolo al sistema immunitario. È, anche, risultato essere particolarmente tonificante, dunque, in grado di andare a ridurre gli effetti prodotti da un affaticamento.

Ricche di antociani, le bacche di aronia melanocarpa possono, di conseguenza, ridurre il rischio di malattie cardiovascolari nei pazienti con sindrome metabolica. Dopo il mirtillo, il ribes, il ribes nero e la bacca di acai, è, perciò, il turno delle bacche di aronia melanocarpa di andare a rivelare le sue indiscutibili virtù.

Portatrici di immensi benefici per la circolazione sanguigna, migliorano i livelli di lipidi nel sangue, limitando la formazione di coaguli di sangue favorendone la dissoluzione. Pianta arbustiva dal composto aspetto, è molto vigorosa, in grado, inoltre, di andare a superare perfino i due metri di altezza.

L’aronia melanocarpa, in conclusione, è nel mese di settembre che va abbondantemente a fruttificare e i suoi frutti, sono, pertanto, largamente utilizzati per realizzare sane e corroboranti marmellate, concentrati o succhi. 

Chirurgia plastica o chirurgia estetica?

Oggigiorno, i labili confini tra la chirurgia plastica e quella estetica, si vanno sempre più riducendo. Non a caso, si parla tranquillamente di chirurgia plastica perfino nei casi di semplice lifting. Anche se le cronache e rotocalchi usano queste due tecniche come se fossero sinonimi le une delle altre, nella realtà dei fatti queste due specialità hanno aspetti e scopi fondamentali che le contraddistinguono.

Non a caso, la tradizionale chirurgia plastica è volta ad intervenire di fronte ad eventi che necessitano per ricostruire, per ridare funzionalità, perciò per avvenimenti strettamente legati alla salute. Invece, quella estetica, si occupa di dare corpo a esigenze, il più delle volte, meramente eccentriche.

Ovviamente, non si tratta di sostenere che una sia più importante dell’altra, ma, semplicemente, di avere le idee un po’ più chiare sugli scopi e sulle finalità della chirurgia plastica e della chirurgia estetica. Per esempio, chi si è sottoposto a quasi sessanta interventi chirurgici per assomigliare a Ken, oppure a numerosi interventi per sembrare Barbie, non ha fatto, di certo questo tipo di scelta per motivazioni sanitarie.

Tutt’altra cosa, invece, è quando si tratta di questioni medico sanitarie. Certo, dato il clima generale, i parametri e i dettami legati agli aspetti fisici sono sempre più pressanti. Ma quel che conta, è fare in modo che la questione non si trasformi in una sorta di patologia.

Andando ad analizzare con maggior attenzione tanto i casi di chirurgia plastica quanto quelli di chirurgia estetica, si potrà osservare che la maggioranza delle volte per cui i soggetti ne fanno ricorso, è legata al fatto che non si sentono sufficientemente belli. In realtà, quella immagine che vedono riflessa in uno specchio, non ha assolutamente nulla di sbagliato.

Non vi è, quindi, nulla di errato se sono molti medici che fanno presente l’aumento dei casi legati al disturbo dismorfico. In sostanza, questo, deve essere considerato come un segnale di pericolo, una condizione psicologica di rilevante importanza dato che porta un soggetto a non essere mai totalmente soddisfatto e, tutto ciò, indipendentemente da quello che ha fatto la chirurgia plastica o la chirurgia estetica. Un fattore importante, invece, è lo stile di vita che si segue.

Quindi, andando a concludere, è da sottolineare come la chirurgia plastica comprende la chirurgia estetica e la chirurgia ricostruttiva, e che il tutto deve essere visto e considerato come una effettiva chirurgia riparatrice e non come un mezzo per apparire ciò che non si è. 

In cerca di una colf? La migliore opzione sono le agenzie

Cosa deve fare chi cerca colf? Certo, di primo acchito può sembrare una delle cose più facile cercare una colf. Pur tuttavia, è più che sufficiente guardarsi attorno per scoprire che non è così.

Difatti, chi cerca colf tra annunci presso le edicole, le tabaccherie, le stazioni della metropolitana, è circondato da proposte. Ma oltre a ciò, non appena qualcuno del vicinato viene a sapere che si cerca una colf, vi è sempre chi propone la propria o quella che lavora da amici. Se poi si aggiungono la parrocchia, i parenti e altro ancora, chi cerca colf si trova, improvvisamente, circondato da mille proposte.

Ma esiste una ancora alla quale aggrapparsi con sicurezza. Infatti, grazie al web, si possono trovare in maniera facile e veloce, numerose agenzie online che sono strutturate proprio per dare ogni conforto e supporto a chi cerca la colf. Quindi, in tutto questo mare magnum, bailamme, è fattibile trovare una brava colf con calma, tranquillità e, soprattutto, senza alcun assillo.

Ma oltre a facilitare nella ricerca di una valida colf, una agenzia online può anche dare un valido aiuto nell’affrontare tutte le pratiche burocratiche legate all’assunzione di una colf. Non per nulla, chi cerca colf, infatti, deve anche saper adempiere a tutte una serie di normative di legge.

Non è da dimenticare che è per legge che si deve mettere in regola una colf, come pure che, gli obblighi che sono a carico del futuro datore di lavoro, assumono aspetti che variano sulla base della nazionalità della colf.

Ecco perché chi cerca colf fa la scelta migliore nel rivolgersi alla competenza e alla professionalità di una agenzia online. In questo modo, infatti, avrebbe la comodità di poter contare su una selezionata e preparata colf, oltre che poter contare su un valido aiuto per quanto riguarda tutto ciò che si deve fare per legge.…

La badante, una vera e propria assistente familiare

Poter fornire la migliore assistenza tanto alle persone anziane quanto a chi si trova in una situazione di disabilità a domicilio. Questo è indiscutibilmente lo scopo primario di una badante.

Per poter fare in modo che questo possa avvenire, la cosa migliore da fare è cercare una badante tramite le varie agenzie online. Infatti, grazie alla professionalità delle agenzie online, tutti noi potremo trovare una qualificata e selezionata badante.

Oltre a ciò, le agenzie online ci potranno anche fornire ogni tipo di assistenza, compreso un aiuto per il disbrigo di tutte quelle varie pratiche contrattuali, tecniche e burocratiche legate alla ricerca di una badante. Con il supporto fornito dalle agenzie online si potrà trovare una persona di fiducia velocemente, adatta ad accudire e ad assistere un familiare disabile o anziano.

Non per nulla la badante è una vera e propria assistente familiare e può svolgere la sua mansione con somma professionalità. Alle volte, non è propriamente facile fornire assistere a un disabile oppure un familiare anziano, e fidarsi della prima persona che conosciamo potrebbe rilevarsi alquanto pericoloso, e questo non solo per quello che può riguardare la professionalità, ma anche sotto un punto di vista legale.

Ecco perché se si cerca una badante è molto meglio affidarsi alle agenzie online le quali, tra le altre cose, si occupano anche della legalità totale dei contratti di lavoro. In questo modo oltre che avere la sicurezza di affidare i nostri cari nelle mani e nelle cure di un personale preparato, non avremo dubbi e problemi anche a riguardo l’inquadramento contrattuale legato alla assunzione e all’impiego di una badante.

È anche bene ricordare che fra le varia attività svolte da una badante rientrano attività come ad esempio, la cura e l’assistenza della persona, la sua quotidiana igiene, come pure la preparazione e la somministrazione dei pasti e la pulizia e la cura della casa ove vive.…

Home restaurant, socializzare in un ambiente casalingo

La globalizzazione ha portato una ventata di novità anche in cucina. Infatti, anche in Italia si possono trovare su internet sempre più home restaurant. Come si può chiaramente comprendere dalle due parole, questa formula, che ha preso il suo avvio nel mondo anglosassone, prevede che vengano serviti piatti in una residenza privata, in una casa.

Oltre che essere una semplice espressione di tendenza, gli home restaurant, ai quali si può facilmente partecipare trovandoli su internet, rappresentano anche una incredibile novità. Non per nulla, dietro il pagamento di una quota intesa come rimborso, si potranno degustare specialità regionali ma anche piatti etnici, in un ambiente casalingo. Quindi, il tutto sarà ulteriormente piacevole.

Non è poi da sottovalutare l’occasione che gli home restaurant sono in grado di formulare. Oltre alla novità di mangiare a casa di una persona che non si conosce, infatti, si avrà anche la possibilità di condividere la tavola con persone a noi non note, un simpatico modo per fare delle nuove amicizie, un piacevole modo di passare una serata diversa.

Ogni popolo, nazione o civiltà ha sviluppato nel tempo, sulla base di risorse naturali locali, ma anche sul carattere di ogni società, come pure su evoluzione sociale, tradizioni, interazioni, delle cucine diverse. I movimenti dei popoli nel corso della storia hanno causato miscele e nuove tendenze nella preparazione dei cibi.

Oggi tutto questo lo si può vivere partecipando ad uno dei tanti home restaurant che si possono scegliere navigando comodamente sul web. Non è poi da dimenticare che la cucina europea è stata arricchita da contributi dal ritorno dei crociati e, soprattutto dai prodotti pervenuti dall’America nel XV e XVI secolo, come ad esempio il pomodoro e le patate.

Ogni sviluppo che si è vissuto in cucina ha determinato successivamente lo svilupparsi di una tradizione gastronomica, una sensazione che potrà essere rinnovata frequentando gli home restaurant.…

La domestica, figura fondamentale per curare la casa

È da prendere atto che, nell’attuale panorama, la domestica è sì entrata a far parte di una grande forza lavoro globale, ma che tuttavia è ancora inserita tra i gruppi più vulnerabili di lavoratori. Non per nulla, non sono di certo rari articoli di cronaca che mettono in evidenza questa palese e assurda situazione.

Ancora oggi, infatti, la domestica lavora presso delle abitazioni private senza però avere dei chiari termini di occupazione. Vi è ancora oggi l’insana abitudine di non voler mettere, come si dice abitualmente, “in regola” la propria domestica. Sembra quasi che vi sia una precisa volontà nel voler escludere la domestica da un normale ambito di applicazione della legislazione del lavoro.

Pur essendo anche nel nostro paese il loro numero in costante aumento, si può facilmente constatare ancora la disparità di trattamento. Sembra quasi che la domestica sia considerata comoda, ma alla fine deve però rimanere una figura che alleggia tra color che sono sospesi.

Per fortuna, comunque, vi sono anche numerosi solerti famiglie che impiegano la domestica ponendola allo stesso livello di un qualsiasi altro lavoratore. Anche se in quelli che sono definiti lavori domestici la presenza di uomini è in costante aumento, attualmente rimane un settore altamente femminilizzato, nel quale l’83 per cento di tutti i lavoratori domestici è composto da donne.

La domestica, considerando le tempistiche sempre più ridotte a causa della moltitudine di impegni più o meno lavorativi, ha assunto un ruolo che è davvero fondamentale, andando a svolgere compiti che nel tempo si sono sempre più ampliati.

Oggi come oggi, infatti, non è difficile trovare una domestica che svolge tanto attività come ad esempio il prendersi cura di animali domestici, la pulizia della casa, il cucinare, il lavare e lo stirare i vestiti, quanto il prendersi cura dei figli, o dei membri anziani oppure malati di una famiglia.…